PNRR

Recovery Plan, Legambiente: «La crisi climatica sia al centro»

«Non si sprechino le risorse europee. La ripartenza del Paese parta da più semplificazioni, controlli pubblici più efficaci e una nuova norma sul dibattito pubblico», questi i presupposti della proposta di Piano nazionale di Ripresa e Resilienza presentata da Legambiente al Parlamento: 23 priorità di intervento, 63 progetti territoriali da finanziare e 5 riforme necessarie per favorire uno sviluppo repentino della tanto ambita transizione verde. Fotovoltaico, … Continua a leggere Recovery Plan, Legambiente: «La crisi climatica sia al centro»

Recovery plan, il Ministero dell’Ambiente: «TMB inutili e obsoleti»

«I TMB sono obsoleti e servono solo a cambiare codice ai rifiuti trattati, mentre l’economia circolare si fa con impianti avanzati per il recupero di materia» ha dichiarato Laura D’Aprile, capo della direzione generale economia circolare del Ministero dell’Ambiente No ai TMB, sì a un ampio piano di riforme per garantire la “messa a terra” entro il 2026 degli impianti di riciclo che saranno finanziati con i fondi Next generation … Continua a leggere Recovery plan, il Ministero dell’Ambiente: «TMB inutili e obsoleti»

Recovery Fund, Ref: «Sui rifiuti manca una visione strategica»

«Il Recovery Fund è il più grande programma di infrastrutturazione europeo degli ultimi decenni. L’acqua e i rifiuti devono essere al centro di questo progetto, pienamente incardinati nella transizione verde e con chiari benefici per le future generazioni». A dichiararlo è Donato Berardi, direttore del Laboratorio Ref Ricerche, coordinatore di un focus sull’ultima bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza messa a punto dal governo che, spiega … Continua a leggere Recovery Fund, Ref: «Sui rifiuti manca una visione strategica»

Roma viglia di crisi

Rifiuti urbani, ecco perché da gennaio si rischia il caos

Se il mondo intero guarda con trepidazione all’arrivo del 2021, con la voglia di lasciarsi alle spalle un 2020 da incubo, per gli operatori del waste management italiano, invece, l’anno che verrà non promette nulla di buono, e anzi a un 2020 da incubo potrebbe seguire un 2021 di caos. L’entrata in vigore del decreto legislativo 116 del 2020, che recepisce la nuova direttiva rifiuti … Continua a leggere Rifiuti urbani, ecco perché da gennaio si rischia il caos

Rifiuti, così Campania e Lazio inondano l’Italia (e l’Europa)

Una marea di rifiuti che nel 2019 ha inondato prima l’Italia, poi mezza Europa, dilagando ovunque, dal Portogallo all’Ungheria.  Un milione 500mila tonnellate: a tanto ammontano i rifiuti che lo scorso anno Lazio e Campania non sono riuscite a trattare sul proprio territorio per l’assenza di impianti di recupero e smaltimento. La soluzione? Stiparli in camion, navi o treni e spedirli altrove. Le proporzioni? Beh, se si considera che … Continua a leggere Rifiuti, così Campania e Lazio inondano l’Italia (e l’Europa)

Rifiuti urbani: ecco come calcolare i numeri reali

Proseguono i lavori per la definizione del “Programma nazionale di gestione dei rifiuti”, lo strumento che le direttive europee sull’economia circolare da poco recepite in Italia chiedono al Ministero dell’Ambiente e all’Ispra di mettere a punto per fissare i macro obiettivi, definire i criteri e le linee strategiche cui le Regioni e Province autonome dovranno attenersi nella elaborazione dei Piani regionali. «Il Programma nazionale vuole … Continua a leggere Rifiuti urbani: ecco come calcolare i numeri reali

Bilancio

Rifiuti urbani, cala la discarica ma cresce l’export

Cala lo smaltimento in discarica, crescono differenziata e il riciclo ma aumenta in maniera sensibile anche l’esportazione di rifiuti. Questo in estrema sintesi il quadro tracciato dall’Ispra nel Rapporto rifiuti urbani 2020. Numeri che dipingono uno scenario in chiaroscuro. Ma andiamo con ordine. Secondo l’Istituto i rifiuti urbani prodotti in Italia nel 2019 sono circa 30 milioni di tonnellate, dato in lieve calo rispetto al 2018 dello … Continua a leggere Rifiuti urbani, cala la discarica ma cresce l’export

riciclo carta

Campania, crescono i comuni “ricicloni” ma è stallo su impianti e politiche

Crescono i comuni virtuosi in Campania, ma senza impianti e politiche di supporto all’economia circolare le buone pratiche, piuttosto che garantire benefici economici e ambientali per la collettività, rischiano di diventare solo un esercizio costoso. È Legambiente a lanciare l’allarme in occasione dell’EcoForum Rifiuti 2020. Sebbene crescano i comuni che hanno superato il 65% di raccolta differenziata, passati a 282 nel 2019, e aumentino anche … Continua a leggere Campania, crescono i comuni “ricicloni” ma è stallo su impianti e politiche

Packaging in carta PEFC, quando le aziende scelgono la sostenibilità

Come ridurre l’impatto ambientale del packaging tagliando emissioni in atmosfera e agevolando i processi di riciclo dei rifiuti da imballaggio? Puntando su carta e cartone, a patto che siano realizzati con materie prime certificate provenienti da foreste gestite in modo sostenibile. Lo sanno bene le aziende della filiera agroalimentare che da tempo hanno scelto di investire sul packaging green in matrice cellulosica, ai vertici delle preferenze … Continua a leggere Packaging in carta PEFC, quando le aziende scelgono la sostenibilità

Recovery plan: 6 miliardi all’economia circolare

 Il “Piano nazionale di ripresa e resilienza”  metterà al centro i temi dello sviluppo sostenibile ai quali viene destinata la parte più consistente dei finanziamenti: 74,3 miliardi di euro, il 37% dei 196 totali Un appostamento da 6 miliardi di euro per “impresa verde ed economia circolare” nell’ambito della linea strategica per la “rivoluzione verde e transizione ecologica” alla quale vengono destinati complessivamente 74,3 dei 196 miliardi di euro totali. … Continua a leggere Recovery plan: 6 miliardi all’economia circolare