Pile e accumulatori, CDCNPA: si allarga la rete della raccolta

Leggera battuta di arresto per la raccolta di pile e accumulatori in Italia: a dirlo sono i numeri contenuti nel rapporto 2017 del CDCNPA (il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori), il terzo report annuale compilato dal consorzio – giunto al suo quinto anno di attività – ed i cui dati sono riferiti al 2016. Nel 2012, primo anno di attività del CDCNPA, gli operatori … Continua a leggere Pile e accumulatori, CDCNPA: si allarga la rete della raccolta

Rifiuti organici, le imprese: «Evitare nuova procedura d’infrazione»

Scongiurare il rischio di una nuova procedura europea d’infrazione, correggendo il quadro normativo che regola la natura giuridica di sfalci e potature da verde urbano. A lanciare l’appello il CIC (Consorzio Italiano Compostatori), UTILITALIA e FISE Assoambiente (Associazioni delle imprese dei servizi ambientali), rivolgendosi alla Camera dei Deputati dove in questi giorni le Commissioni stanno lavorando al testo del disegno di legge recante disposizioni per l’adempimento degli … Continua a leggere Rifiuti organici, le imprese: «Evitare nuova procedura d’infrazione»

riciclo

Contributo Conai, c’è la svolta: da maggio CAC diversificato

Selezionabilità e riciclabilità: saranno questi i due “criteri guida” alla base di quella che potrebbe rivelarsi una vera e propria svolta per il mondo degli imballaggi. A partire dal prossimo 1° maggio, infatti, il Conai avvierà la fase sperimentale per l’applicazione del CAC diversificato. Lo ha deliberato lo stesso Consorzio nazionale imballaggi nel suo ultimo Consiglio di Amministrazione. Il CAC, contributo ambientale Conai – vale la pena … Continua a leggere Contributo Conai, c’è la svolta: da maggio CAC diversificato

circularEconomy-Top9

Circular Economy: se il voto non convince i riciclatori europei

Politiche più ambiziose. È sotto questa bandiera che il Parlamento Europeo una settimana fa ha approvato gli emendamenti al pacchetto di misure per l’Economia Circolare presentati dalla relatrice della Commissione Ambiente dove sono stati elaborati, la nostrana Simona Bonafé. Ad incarnare l’ambizione del testo è stata la revisione al rialzo degli obiettivi di riciclo dei materiali entro il 2030 (con un target di medio termine fissato … Continua a leggere Circular Economy: se il voto non convince i riciclatori europei

open data rifiuti fisciano 2017.03.07

Rifiuti, Open Data: il futuro della PA passa da qui

Dalla produzione al trasporto, dalla gestione al trattamento fino alla trasformazione o allo smaltimento. La vita dei rifiuti è (o almeno dovrebbe essere) tracciata e tracciabile, almeno sulla carta e per garantire questo principio esiste più di un’adempimento obbligatorio. Gli organi di controllo, a loro volta, sono molteplici (con osservatori di ogni scala territoriale) e contribuiscono a costruire la banca dati complessiva che su base nazionale … Continua a leggere Rifiuti, Open Data: il futuro della PA passa da qui

compostaggio comunità

Compostaggio di comunità: il regolamento in Gazzetta Ufficiale

Entrerà in vigore esattamente tra due settimane, il prossimo 10 marzo, il regolamento del Ministero dell’Ambiente che contiene i criteri operativi e le procedure autorizzative semplificate per il compostaggio di comunità di rifiuti organici. Il decreto ministeriale che lo contiene è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 febbraio, e realizza (in ritardo) a tutti gli effetti il dettato del comma 1-octies aggiunto all’articolo 180 … Continua a leggere Compostaggio di comunità: il regolamento in Gazzetta Ufficiale

rifiuti

Rifiuti urbani: in UE crescono produzione e riciclo

Torna a crescere la produzione di rifiuti urbani in UE, così come crescono le quantità avviate a riciclo e compostaggio. Questo il quadro tracciato da Eurostat in un report su produzione e trattamento dei rifiuti urbani nel 2015, basato su dati provenienti da 26 Paesi dell’UE (senza Grecia e Irlanda). La quantità pro capite di pattume generata in UE nel 2015 è stata pari a 477 kg, in calo del 9% rispetto al … Continua a leggere Rifiuti urbani: in UE crescono produzione e riciclo

Regione Lazio

Tariffa puntuale: Regione Lazio approva linee guida

Produrre meno rifiuti, raccoglierli meglio, riciclarne di più. A braccetto (per lo più) con sistemi di raccolta porta a porta, la tariffazione puntuale si sta facendo sempre più largo nella cultura degli amministratori nostrani per ottenere migliori risultati nella gestione dei rifiuti urbani. L’implementazione di questo tipo di tariffazione risulta ancora “a macchia di leopardo” sul territorio nazionale, tra casi apripista e piccole realtà locali, principalmente … Continua a leggere Tariffa puntuale: Regione Lazio approva linee guida

Tariffa puntuale, i risultati del “laboratorio” Parma

Bollette ai livelli del 2010 e Tari in diminuzione del 4,5% secondo l’ultimo report di Cittadinanzattiva. Per Gabriele Folli, assessore all’Ambiente del Comune di Parma, primo capoluogo con oltre 150mila abitanti a superare la soglia del 75% di raccolta differenziata e tra i pochi esempi di grandi città italiane ad aver introdotto il metodo della tariffazione puntuale in bolletta, è tempo di bilanci. Dopo sei … Continua a leggere Tariffa puntuale, i risultati del “laboratorio” Parma

compostaggio

Rifiuti organici: il cortocircuito della raccolta senza impianti

Con le sue 6 milioni di tonnellate raccolte in maniera differenziata, la frazione organica dei rifiuti urbani (forsu) si conferma anche nel 2015 come la porzione principale degli rsu complessivamente avviati a recupero in Italia, giungendo a rappresentarne poco meno della metà. Dal 1993, anno della nascita in Italia delle prime filiere per il recupero dell’organico, le percentuali della raccolta separata di scarti alimentari, imballaggi … Continua a leggere Rifiuti organici: il cortocircuito della raccolta senza impianti