Assoambiente, impianti aperti contro pregiudizi e sindromi ‘nimby’

Torna l’iniziativa di Assoambiente che il prossimo 5 giugno aprirà ai cittadini le porte degli impianti di gestione dei rifiuti. Quest’anno le tre migliori iniziative riceveranno il premio “PIMBY GREEN in occasione del “Green Med Symposium”

Trasformare gli impianti di gestione dei rifiuti nei luoghi della costruzione di una nuova consapevolezza ambientale, lontana da pregiudizi e falsi miti, contro sindromi ‘nimby’, ‘nimto’ o ‘banana’. Anche quest’anno Assoambiente scende in campo per rimuovere le barriere fisiche e culturali che separano le industrie del waste management nostrano dai cittadini dei territori che li ospitano, dando il via alla quarta edizione di “Impianti Aperti”, la manifestazione organizzata in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente che cade ogni anno il 5 giugno “per sottolineare che una gestione corretta e sostenibile dei rifiuti è sicuramente un passo importante nel percorso di maggior tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”, spiega l’associazione.

Fabbriche dell’economia circolare, fabbriche dell’energia e discariche a gestione sostenibile: queste le tre categorie d’impianti che Assoambiente chiama ad aprire le proprie porte. Le aziende che desiderino partecipare all’iniziativa dovranno aderire ad una delle tre categorie e produrre un video di massimo due minuti che evidenzi l’input di rifiuti e l’output di materia ed energia, la tecnologia utilizzata e le misure prese a tutela della comunità che abita nel territorio. Per ciascuna delle categorie, spiega Assoambiente, una giuria prestigiosa, composta da giornalisti e comunicatori ambientali valuterà i video inviati e assegnerà il premio “Impianti Aperti 2022 – Premio PIMBY GREEN per la comunicazione ambientale”, che sarà consegnato in occasione del “Green Med Symposium”, in programma dall’8 al 10 giugno prossimo a Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *