Plastica, allarme competitività per i riciclatori italiani: nel 2023 fatturati giù del 31%

La domanda stagnante e la concorrenza dei polimeri vergini e riciclati d'importazione fa crollare i fatturati dei riciclatori italiani di plastica: -31% nel confronto con il 2022, che era già stato segnato dallo shock energetico. I numeri, allarmanti, dell'ultimo rapporto Assorimap. L'appello delle imprese: servono obblighi di tracciabilità e 'Certificati del Riciclo'

Rifiuti tecnologici, Italia lontana 30 punti dall’obiettivo europeo

Secondo il Centro di Coordinamento Raee nel 2023 l'Italia ha raccolto e trattato quasi 511mila tonnellate di rifiuti tecnologici, in calo dei 24mila tonnellate sull'anno precedente. Sempre più lontano l'obiettivo ...Leggi

TARI, nuova proroga: scadenza il 20 luglio

Nuovo rinvio della scadenza per l'approvazione di PEF e TARI: con un emendamento bipartisan al decreto coesione la commissione bilancio del Senato ha spostato il termine dal 30 giugno al ...Leggi

Rifiuti tessili, Consiglio Ue: eco-contributo anche sul ‘second hand’

Il Consiglio ambiente dell'Ue ha raggiunto l'intesa sulla revisione della direttiva quadro rifiuti. Via libera all'introduzione dei regimi di responsabilità estesa del produttore per i rifiuti tessili e di abbigliamento, con la proposta di chiedere il versamento di un eco-contributo anche agli operatori commerciali del 'second hand' e alle imprese sociali

Boom del biometano da rifiuti: +20% nel 2022

Nel 2022, secondo ISPRA, gli impianti di digestione anaerobica dei rifiuti organici da raccolta differenziata hanno prodotto oltre 157 milioni di metri cubi di biometano, in aumento del 19,4% sull'anno ...Leggi

Rifiuti urbani, frammentazione e gap impiantistico penalizzano il Sud

Il settore dei rifiuti urbani è ancora troppo frammentato. L'assenza di gestioni industriali, soprattutto al Sud, frena la corsa dell'Italia verso gli obiettivi europei di circolarità, con deficit di trattamento ...Leggi

Incentivi biometano, al via la quarta gara: c’è anche il revamping forsu

Aperto l'invio dei progetti per l'accesso alla quarta tranche di incentivi per la produzione di biometano da rifiuti organici e scarti agricoli: dentro per la prima volta anche le proposte di revamping di impianti a biogas da forsu. Ma resta il nodo dei tempi

Allarme biowaste: differenziata ferma e calo della qualità

Il CIC punta i riflettori sulle principali criticità del settore: in violazione della normativa nazionale, la raccolta differenziata non è ancora attiva in tutti i comuni, mentre continua il calo ...Leggi

Rifiuti urbani, secondo ISTAT le grandi città sono in ritardo

Stando ai dati diffusi da ISTAT nell'ultimo rapporto sulla qualità dell'ambiente urbano, le città metropolitane sono in ritardo sulla raccolta differenziata. Napoli, terza città d'Italia, è tra gli ultimi dieci ...Leggi

Autodemolitori: obiettivo 85% di riuso e riciclo a un passo, ma servono tecnologia e innovazione

All’ADA Event focus sulle prospettive future per il settore della demolizione auto, sulla strada verso il nuovo regolamento europeo. Calò: "Solo chi raggiungerà l'obiettivo dell'85% di riuso e riciclo potrà restare sul mercato. Le imprese investano da subito in tecnologia e innovazione".