Fitobonifiche, da RemTech Expo Cisambiente lancia la sua ultima innovazione


30659_1228_AAPLR

Cisambiente Confindustria partecipa alla tredicesima edizione di Remtech Expo, il salone espositivo dedicato al tema delle bonifiche. Fin dalla sua nascita  l’Associazione ha posto al centro della sua  agenda il tema delle bonifiche unendo gli stakeholders di settore e sottoscrivendo accordi istituzionali.

Da oggi, nella bellissima cornice di Ferrara,  l’Associazione è presente ai principali tavoli di lavoro  dedicati ai temi  del risanamento ambientale. “La nostra presenza a RemTech Expo 2019 è dettata dalla ferma convinzione che le bonifiche siano la chance dell’Italia che lavora per ricreare occupazione, mercato e industria” – ha detto Lucia Leonessi, Direttore Generale di Cisambiente- Confindustria.

Proprio presso lo stand di Cisambiente ampio spazio in questa prima giornata è stato dedicato alla  Fitobonifica grazie all’iniziativa: “Il cuore verde delle bonifiche: curare la terra con piante, funghi e batteri”, un evento al quale hanno preso parte rappresentanti della politica, dell’industria e del mondo accademico. Protagonista della sessione  di lavori Carmine Guarino, dell’Università del Sannio. Sostenitore del bio-fitorimedio, il professor Guarino, ritiene tale innovativa tecnologia, il rimedio più incoraggiante per la bonifica dei suoli e il recupero dei territori agricoli. Una tecnica, stando ai risultati delle ricerche condotte, che  oltre ad essere totalmente ecocompatibile, raggiunge l’obbiettivo fondamentale di riattivare e risanare i terreni.

Ma ampio spazio nell’ambito della manifestazione sarà dato anche al tema della raccolta dei rifiuti urbani. Quali sono le problematiche connesse alle attività di raccolta dei rifiuti dal suolo pubblico? Quali le criticità poste da questo particolare flusso di scarti riguardo al trasporto e al conferimento da parte dell’utenza? Le risposte sono state affidate agli interventi di vari rappresentanti di aziende associate in Cisambiente nel corso del convegno promosso dal CONOU e al quale Cisambiente ha portato il suo know how rispetto alla raccolta e al recupero degli oli usati.

Nessun commento

Commenta

Realizzato da