Nucleare, Scalia: «Sagra dei ritardi». Domani tavola rotonda


scalia

La gestione dei rifiuti radioattivi e i documenti del governo, è questo il titolo del convegno che si terrà domani presso la sala del Primaticcio in Piazza di Firenze a Roma.

Tra i promotori della tavola rotonda, Massimo Scalia, primo presidente della Commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti e professore di fisica matematica presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Dopo i saluti di Vittorio Bardi, Presidente di “Sì alle fonti rinnovabili, no al nucleare”, interverranno il prof.  Giorgio Parisi, “La Sapienza”, Presidente della Commissione scientifica, l’Ing. Roberto Mezzanotte, già direttore del Dipartimento Nucleare di Ispra, l’onorevole Alessandro Bratti, Presidente della Commissione di Inchiesta Bicamerale sul ciclo dei rifiuti, il Dott. Pasquale Stigliani, che relazionerà sul caso “Scanzano Jonico”e l’Ing. Lamberto Matteocci, del Dipartimento Nucleare, Ispra.

L’iter per il deposito nazionale al centro del dibattito. Perché tanti ritardi e quali le aspettative degli stakeholder dal programma preliminare del deposito.

«Ci sono le condizioni per credere che questo programma preliminare sia solo una pezza per ritardare le eventuali nuove procedure d’infrazione contro il nostro Paese da parte dell’Europa, per i numerosi ritardi accumulati nella presentazione del programma e nell’individuazione di un sito idoneo ad ospitare il deposito anticipa a Ricicla.tv Massimo Scalia – siamo sulla strada sbagliata. Di errori fin qui ne sono stati commessi fin troppi. La stessa Sogin, che dovrebbe avere un ruolo chiave nell’intera questione, non è in grado di assolvere al proprio dovere vista la pessima organizzazione interna alla partecipata del Ministero. Ci auguriamo – conclude Scalia – di aprire un dibattito costruttivo sull’argomento e di compulsare chi di dovere affinché si possa mettere seriamente mano alla risoluzione di un problema che l’Italia sembra non saper risolvere».

Alla tavola rotonda che avrò luogo dopo l’apertura dei lavori, parteciperanno Francesco Bochicchio, Direttore Lab. R I, Istituto Superiore di Sanità; l’On. Gianni Girotto, della Commissione Industria Senato; Gian Piero Godio, Legambiente e Pro Natura Vercelli; Maria Giovanna Laurenzana, Esperta di Diritto Ambientale; Stefano Leoni, Presidente dell’Osservatorio sulla chiusura del ciclo nucleare; Gianni Mattioli, Direttivo CIRPS; Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia; l’On. Ermete Realacci, Presidente Commissione Ambiente Camera; Maria Rosa Vittadini, Esperta VAS; Giorgio Zampetti, Segreteria nazionale Legambiente.

Nessun commento

Commenta

Realizzato da