Comieco cartoline

Tra arte e riciclo, gli auguri sostenibili di Natale viaggiano su cartolina

A Natale il riciclo sposa l’arte partenopea. Il quartiere Sanità di Napoli e i suoi cittadini diventano i protagonisti delle venti cartoline in carta riciclata illustrate con le opere di Paolo La Motta. Montalbetti: “L’impegno di ciascuno è decisivo per il successo del riciclo di carta e cartone”

L’arte ha il potere di dare una seconda vita proprio a tutto: a un vecchio sgabello, a una foto ingiallita, persino a un semplice cartoncino. Ed è proprio questo il fil rouge che lega l’arte al riciclo: la possibilità di dare nuove opportunità, trasformando anche un semplice rifiuto in nuova risorsa. Lo sa bene Comieco, il Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi in carta e cartone, che per Natale ha scelto di fare un regalo speciale: un cofanetto con venti cartoline in carta riciclata, illustrate con la riproduzione di una selezione di opere dell’artista napoletano Paolo La Motta.

“Tra i milioni di messaggi virtuali che ci si scambia ogni anno qualsiasi augurio si carica di effimero. Oggi la vera esclusività è ricevere un augurio su carta, meglio ancora se su cartolina. Con la nostra iniziativa vogliamo valorizzare un messaggio importante: l’impegno di ciascuno è decisivo per il successo del riciclo di carta e cartone. Con questa iniziativa vogliamo raccontare Napoli, in particolare il quartiere Sanità, attraverso l’arte di Paolo La Motta. Pensiamo di aver unito due aspetti importanti: far conoscere il valore della scrittura con le cartoline e ricordare, al tempo stesso, una magnifica città come Napoli, che sotto il profilo della raccolta differenziata ha fatto passi molto importanti, ma è chiaro che dovrà farne ancora” dichiara il direttore generale di Comieco, Carlo Montalbetti. Ed è proprio in questi territori, a Napoli, ma più in generale in Campania, che arrivano i risultati migliori, con una crescita del 5,1% di raccolta nell’ultimo biennio, oltre 10mila 700 tonnellate in più in 12 mesi, per un totale di 218mila 838 tonnellate di prodotti a base cellulosica raccolti nel 2020.

Campagne di comunicazione come questa promossa da Comico rappresentano lo strumento più valido per rinsaldare il patto di cittadinanza. Noi siamo quello che raccogliamo. Così, ASIA potrà fare sempre di più se verrà conferita correttamente ogni frazione. Il cartone, in particolare, è una frazione preziosissima, che non va sciupata, va raccolta bene e conferita anche meglio, proprio perché conosciamo il valore della materia. Queste iniziative sono indispensabili perché vengono avvertite come un coinvolgimento vero tra azienda, città, amministrazione e cittadini per diventare, per così dire, tutti più ricchi” spiega Maria De Marco, presidente di ASIA Napoli.

Una ricchezza per i cittadini e per l’ambiente. È con i piccoli gesti che si fa la differenza, soprattutto se si pensa che una singola mail inviata aumenta di circa 19 grammi la CO2 in atmosfera, per essere il più delle volte cestinata dopo pochi minuti. L’impatto ambientale di una cartolina, invece, è diverso: può essere conservata, riutilizzata, oltre che riciclata, diventando parte del ciclo virtuoso della filiera cartaria. “Questa iniziativa accende i riflettori sui temi della sostenibilità e del riciclo, questioni che spesso vengono trascurate. Le campagne di comunicazione che partono da realtà piccole, come la nostra, fanno grande il quartiere e la città stessa” aggiunge l’artista napoletano Paolo La Motta.

“Si parte dal basso, fin dai bambini per dare loro delle responsabilità, facendo capire cos’è la differenziata anche attraverso progetti, laboratori e giochi. Penso che queste iniziative siano importanti per la vita di tutti gli abitanti, soprattutto in una realtà così difficile come il quartiere Sanità” afferma Pina Conte, direttrice Centro Diurno Progetto Oasi Onlus del quartiere Sanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *