compost

Compost, a Verona e Cervia il premio CIC

Premiate dal Consorzio Italiano Compostatori le migliori iniziative di valorizzazione del fertilizzante prodotto dal recupero dei rifiuti organici. Centemero: “Urgente mettere in atto a tutti i livelli pratiche rigenerative atte ad arrestarne il degrado e la perdita di fertilità del suolo”

Promuovere l’importanza del compost ma anche quella di una corretta raccolta differenziata dei rifiuti organici. Questi i due fronti sui quali si sono distinte Verona e Cervia, le due realtà premiate dal CIC – Consorzio Italiano Compostatori nell’ambito dell’edizione 2021 di Comuni Ricicloni di Legambiente. Un riconoscimento arrivato a valle della partecipazione all’iniziativa “Sì Compost 2030”, un progetto pilota realizzato nell’ambito del Protocollo d’Intesa Sì Compost 2030 sottoscritto dal CIC (Consorzio Italiano Compostatori) dall’A.I.D.T.P.G. (Associazione Italiana Direttori e Tecnici dei Pubblici Giardini), da I.S.S.A.S.E. APS (Innovazione Sviluppo Sostenibile Ambientale, Sociale, Economico – APS) e dalla casa editrice Il Verde Editoriale per lavorare alla promozione e realizzazione della recente “Strategia Nazionale del Verde Urbano”.

“Con il progetto ‘Sì Compost 2030’ – spiega Massimo Centemero, Direttore del CIC – abbiamo la possibilità di raccontare concretamente insieme alle pubbliche amministrazioni come il rifiuto organico possa tornare alla terra sotto forma di compost, fertilizzante naturale ricco di nutrimento per il suolo, e stimolare così i cittadini a fare una corretta raccolta differenziata della frazione organica sempre più di qualità”. Nell’ambito del progetto, il Consorzio si è impegnato a fornire ‘Compost di qualità CIC’ alle amministrazioni locali, alle quali dal canto loro spettava il compito di promuovere iniziative di sensibilizzazione che ne prevedessero l’utilizzo su un’area verde pubblica e resa disponibile per l’applicazione dei CAM (criteri ambientali minimi) e l’adozione di Piani d’azione sul GPP (Green Public Procurement).

In particolare, nel Comune di Cervia il compost a Marchio Compost di Qualità CIC proveniente dall’impianto di Herambiente e fornito dal CIC per il ripristino e il rinnovamento delle aiuole nei comuni di Cervia (dove sono state realizzate aiuole ispirate a Dante, in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta), Milano Marittima e Pinarella di Cervia in vista dell’inaugurazione della manifestazione “Cervia Città Giardino”, la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa. A Verona invece si è invece utilizzato l’ammendante compostato proveniente dall’impianto di compostaggio di Montecchio Precalcino (VI) del Socio CIC Bertuzzo Srl per il rifacimento di aiuole e giardini comunali tra cui l’interno della Tomba di Giulietta, dei Giardini Raggio di Sole e delle aiuole vista Arena.

“Il suolo è una risorsa non rinnovabile ed è quindi urgente mettere in atto a tutti i livelli pratiche rigenerative atte ad arrestarne il degrado e la perdita di fertilità. Cervia e Verona – conclude Centemero – rappresentano due esempi virtuosi per sottolineare come questo processo debba partire dal parco sotto casa e dall’aiuola comunale per far sì che sempre più enti, imprenditori e associazioni scendano in campo con azioni atte ad invertire la tendenza all’impoverimento dei suoli in sostanza organica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *