Spedizione rifiuti, ritoccato regolamento UE


spedizione rifiuti

BRUXELLES. A partire dal primo dicembre 2015 sarà applicabile il testo del regolamento 2015/2002 pubblicato lo scorso 10 novembre in gazzetta ufficiale europea. Il dispositivo modifica il regolamento comunitario relativo alle spedizioni di rifiuti: più precisamente ad essere aggiornate sono le istruzioni per la denominazione dei rifiuti all’interno del documento di notifica oltre che l’elenco integrale dei rifiuti. L’allegato IC del regolamento relativo alle spedizioni di rifiuti contiene istruzioni specifiche per la compilazione dei documenti di notifica e di movimento, ma fa riferimento alla vecchia denominazione delle caratteristiche di pericolo. Per questo viene aggiornato alle nuove definizioni. Ma la principale motivazione alla base di questa revisione era stata la sostituzione dell’allegato III sulle caratteristiche di pericolo dei rifiuti, vale a dire la tanto discussa riforma dei codici CER attuata con una decisione del dicembre 2014 (che ha quindi sostituito il precedente elenco risalente ad una decisione del 2000 in virtù di una necessità di aggiornamento dovuta all’aggiornamento tecnico-scientifico intervenuto nel settore) e divenuta efficace lo scorso primo giugno. Per effetto di quella riforma andavano rinominate e ridefinite all’interno dell’allegato V del regolamento spedizioni le categorie di rifiuto speciale pericoloso o non pericoloso attraverso l’etichettatura tramite le sigle da HP1 ad HP15 per evitare potenziali confusioni con i codici delle indicazioni di pericolo definiti nel 2008 e contenute nella parte 2 del suddetto allegato. Regolamento e attribuzione delle caratteristiche di pericolo dunque andavano evidentemente riformulate propedeuticamente tra le istruzioni che disciplinavano la spedizione di rifiuti, ed è per questo che è stato necessario l’adeguamento tramite il testo pubblicato per l’appunto nella gazzetta ufficiale dell’Ue. Si tratta dell’avanzamento dell’opera di armonizzazione della disciplina in materia di rifiuti delle nuove regole di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele sia su tutta la “filiera” normativa che per uniformare organizzazione e disciplina sul territorio comunitario.

Nessun commento

Commenta

Realizzato da