Ecomondo 2016: Tutte le proposte più interessanti


striscione ecomondo

Economia circolare, green economy, sviluppo sostenibile: sono state queste le parole chiave della ventesima edizione di Ecomondo. Ma la kermesse riminese è da sempre, prima ancora che spazio di incontro e confronto per esperti e addetti ai lavori su politiche e normative in materia ambientale, vero e proprio crocevia per tutte le imprese che della tanto celebrata green economy sono attrici di primo piano. Tra queste abbiamo identificato alcune realtà che della sostenibilità hanno fatto uno dei principali driver del loro piano di sviluppo industriale.

ENI – Syndial
Manuel Marangon, il responsabile ingegneria ambientale della società ENI che si occupa delle bonifiche dei SIN. Attività, confronto europeo e prospettive per migliorare l’efficienza del recupero dei territori.

EnergiCna – CNA Veneto
Fabio Fiorot, delegato Energia della CNA Veneto, che illustra tutti i servizi che il distaccamento regionale affianca ai consueti compiti di rappresentanza dell’associazione di PMI grazie alla costituzione di una ESCo ad hoc.

Carlsberg Italia e Celli Group
Alberto Frausin, amministratore delegato di Carlsberg Italia, e Alberto Pizzi, marketing director di Celli Group, che promuovono un metodo innovativo sviluppato in Italia per spillare birra di migliore qualità senza emissioni di CO2.

Schneider Electric
Laura Bruni, direttore affari istituzionali e relazioni esterne di Schneider Electric, che ci illustra come l’interconnessione degli oggetti possa far diventare le case del futuro sempre più “smart”, non solo digitalizzandone l’interfaccia, ma soprattutto abbattendone i consumi

Scania
Franco Fenoglio, presidente ed amministratore delegato di ItalScania S.p.a. spiega l’impegno del gruppo a mantenere sempre alti gli standard ambientali e a fare dello sviluppo sostenibile un driver della propria impresa garantendo sicurezza ed ecosostenibilità della sua flotta di mezzi pesanti

Nessun commento

Commenta

Realizzato da