CICATIELLO

Addio a Claudio Cicatiello, ex presidente Asia Napoli

Raffinato pensatore, manager stimato, ma soprattutto uomo al servizio della cosa pubblica. Impossibile raccontare in poche parole cosa sia stato, per chi lo ha conosciuto, per chi ha avuto la fortuna di vivere e lavorare con lui, Claudio Cicatiello, spentosi nella serata di lunedì dopo una lunga malattia. Classe 1948, ingegnere, Cicatiello è stato, questo è certo, un esempio di rigore intellettuale e morale, prima ancora che professionale. Qualità che negli anni lo hanno portato al vertice di alcune tra le principali società di servizi in Campania e non solo, diviso tra le due sue più grandi “passioni”: il trasporto pubblico locale e la gestione ambientale.

Un elenco lunghissimo, difficile da sintetizzare: dalla presidenza della CTP Napoli a quella delle società di trasporti di Bari e Potenza, passando nel 2007 per la guida del Consorzio Unico Campania. Poi nel 2008, in piena emergenza rifiuti, Antonio Bassolino lo vuole al suo fianco in qualità di Vice Commissario di governo alle bonifiche, dove da ingegnere chimico si dedica anima e corpo, tra le altre cose, alla riqualificazione del disastrato sistema di depurazione delle acque reflue campane. Sempre nel solco della sostenibilità e della gestione industriale dei servizi ambientali nel 2010 approda alla presidenza di Asia, società di igiene urbana del Comune di Napoli. Ma è la sua passione per la comunicazione che nel 2014 lo vede partecipare al lancio del progetto Ricicla.tv, prima testata giornalistica dedicata ai temi della gestione dei rifiuti e dell’economia circolare.

«Quando ho conosciuto Claudio – ricorda Giovanni Paone, direttore editoriale di Ricicla.tv – ero un imprenditore che muoveva i primi passi nel settore del software per i rifiuti. Lui, ingegnere affermato, operava nel campo della depurazione delle acque. Fu subito stima reciproca. Poi con Ricicla.tv arrivò finalmente il sodalizio professionale. Ore intere a parlare di rifiuti, tanti incontri, progetti, cambi di rotta. Era un susseguirsi  entusiasmante di esperienze che difficilmente avrei fatto da solo. Mi mancherà».

Proprio con Ricicla.tv nell’ultimo anno Cicatiello aveva lavorato senza risparmiarsi, nonostante difficoltà e limitazioni fisiche, all’organizzazione del Green Symposium, la due giorni di dibattiti dedicata ai temi della sostenibilità svoltasi gli scorsi 22 e 23 ottobre. In quell’occasione la sua ultima apparizione pubblica. «Osservo la spaccatura crescente tra il Nord e il Sud del Paese – aveva detto – una spaccatura culturale, paradossalmente alimentata da una parte della nostra classe dirigente, con elementi di analfabetismo tecnico amplificati dai social media, privi di alcuna base scientifica. La richiesta che parte dal Green Symposium è quella di un grande impegno dello Stato, volto a capovolgere questa situazione». Le sue parole, siamo sicuri, non resteranno inascoltate. «Il nostro impegno – dice Monica D’Ambrosio, direttore responsabile di Ricicla.tv – sarà quello di trasformarle in fatti. In memoria di un uomo la cui vita è stata e sarà faro per chi ama Napoli. E il Sud».

Nessun commento

Commenta

Realizzato da