ortofrutta

Così le cassette per ortofrutta diventano “bio”

Ogni anno in Italia vengono generati circa 450 milioni di imballaggi per ortofrutta, ai primi posti della classifica mondiale per volumi prodotti. Ed è per puntare ai vertici di un’altra classifica, quella della sostenibilità, diffondendo e consolidando l’utilizzo di cassette in legno nel settore biologico, che FederlegnoArredo e FederBio hanno siglato oggi un protocollo d’intesa che introduce un disciplinare per la coltivazione biologica del pioppo e la produzione di imballaggi in legno e che regolamenta il ciclo di vita della cassetta ortofrutticola, dalla coltivazione del pioppo alla produzione, esempio virtuoso di economia circolare applicato al trasporto dell’ortofrutta bio, garantendone freschezza e qualità. Un accordo in virtù del quale FederlegnoArredo e FederBio puntano ad essere parte attiva nella divulgazione delle caratteristiche specifiche della pioppicoltura biologica certificata e d’impiego degli imballaggi in legno per prodotti ortofrutticoli con caratteristiche di sostenibilità e riciclo certificate secondo disciplinari di coltivazione sostenibile riconosciuti a livello nazionale e regionale.

«FederlegnoArredo intende avviare un’attività di definizione di standard e di promozione degli imballaggi in legno di pioppo con caratteristiche di sostenibilità e riciclo idonei per la movimentazione e il confezionamento dei prodotti biologici certificati. Il tutto a garanzia dei consumatori, sempre più attenti alla sostenibilità ambientale e alla salvaguardia dell’ecosistema – spiega Cosimo Messina, consigliere nazionale del Gruppo imballaggi ortofrutticoli di Assoimballaggi – gli imballaggi in legno sono i primi e gli unici ad aver intrapreso questa strada, e questo non è un caso: è stato possibile proprio grazie alle proprietà ambientali intrinseche dell’imballaggio in legno, che solo il legno possiede».

Un mercato dai numeri importanti, quello degli imballaggi in legno per ortofrutta in Italia, con 150 aziende produttrici presenti su tutto il territorio nazionale, rappresentate da Assoimballaggi, l’associazione di categoria che fa capo a FederlegnoArredo. capaci ogni anno producono circa 450 milioni di pezzi collocando l’Italia ai primi posti della classifica mondiale dei produttori di settore.

«L’impegno di FederBio si realizza nello sviluppo di iniziative di sostenibilità ambientale che favoriscano l’impiego di materiali riciclabili a sostegno di un modello di economia circolare. L’accordo con FederlegnoArredo va in questa direzione, stabilendo specifiche tecniche per gli imballaggi in legno di pioppo con caratteristiche di sostenibilità e riciclo certificate, molto importanti per tutto il settore biologico» dichiara Maria Grazia Mammuccini, Presidente FederBio.

 

Nessun commento

Commenta

Realizzato da