Pochi impianti e troppi trasferimenti, così Roma è stretta nella morsa dei rifiuti


IMMAGINE FISSA STATI GENERALI RIFIUTI LAZIO

Pochi impianti, troppi trasferimenti fuori Regione e una sentenza del Tar che condanna la Regione Lazio entro fine Giugno a trovare un soluzione, pena nomina di un commissario ad acta. Esistono soluzioni che mettano d’accordo Istituzioni, cittadini e imprese? Martedì 12 giugno presso la Casa del Cinema di Villa Borghese, se ne discuterà con i vertici delle politiche sui rifiuti.

Una discarica, Malagrotta, chiusa ormai da 5 anni. Centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti spedite a trattamento fuori Regione. Un piano di gestione, quello comunale, che prevede zero discariche e zero inceneritori. Un rimpallo di responsabilità, quello tra Regione e Comune su quale tra i due Enti debba assumersi l’onere di individuare il luogo che ospiterà l’impianto necessario a raccogliere quella parte di rifiuti che viene prodotta dalla Capitale (57,6% della produzione totale) che non finisce nel circuito della  differenziata.  Una scadenza: fine giugno, termine  entro il quale la Regione – secondo una sentenza del Tar – è obbligata ad individuare una rete di siti di smaltimento che garantisca l’autosufficienza a Roma e al Lazio, pena la nomina di un commissario che assolverà tale compito.

Partendo da questa fotografia, RiciclaTv, prima web tv dedicata al mondo dei rifiuti, e Innovambiente, sistema informatico per la gestione di raccolta e smaltimento, hanno convocato gli “Stati Generali dei Rifiuti nel Lazio, il caso Roma”.

Martedì 12 giugno, a partire dalle ore 11, presso la Casa del Cinema di Villa Borghese, Alessandro Bratti, direttore generale Ispra, Massimiliano Valeriani, assessore regionale all’urbanistica e al ciclo dei rifiuti del Lazio, Tiziano Mazzoni, dirigente del settore ambiente di Utilitalia, Rossano Ercolini, referente di Zero Waste Italy, Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio, si confronteranno sulle prospettive di sviluppo di un ciclo di gestione che renda la Regione autonoma e schivi il pericolo emergenza per la Capitale d’Italia.

All’evento, patrocinato da MATTM, ISPRA, REGIONE LAZIO, FAREAMBIENTE, sono stati invitati a partecipare i Sindaci del Lazio, le Arpa, il Commissariato di Governo per le Bonifiche delle discariche, gli organi di controllo, le forze dell’ordine, i magistrati della procura di Roma, imprese, associazioni di categoria e cittadini.

Il dibattito, condotto e moderato dalla giornalista di RiciclaTv Monica D’Ambrosio e dal noto geologo del Cnr Mario Tozzi, prenderà spunto da una serie di contributi video realizzati dalla redazione della piattaforma web che fotografano la reale situazione che la Regione Lazio e il Comune di Roma Capitale vivono dal 2013, e sarà trasmesso in diretta sui canali web e social di RiciclaTv.

Nessun commento

Commenta

Realizzato da