Rifiuti elettrici, nel 2020 ‘sparite’ oltre 200mila tonnellate di Raee

I numeri del Centro di Coordinamento Raee restituiscono le proporzioni della gestione non corretta di rifiuti tecnologici. “Nel 2020 mancano all’appello 190mila tonnellate di piccoli elettrodomestici dismessi”. La causa? Pochi centri di raccolta e troppe falle nella filiera, a partire dai ritiri a domicilio Continua a leggere Rifiuti elettrici, nel 2020 ‘sparite’ oltre 200mila tonnellate di Raee

raee1

Rifiuti elettrici, tra finanziamenti al riciclo e ritardi

Dal Ministero dell’Ambiente un bando da 2 milioni per progetti di ricerca e sviluppo per il riciclo dei Raee. Nel 2018 41mila tonnellate esportate per mancanza di tecnologie di recupero Da un contributo minimo di 100mila euro fino a un massimo di 300mila da destinare a progetti di ricerca per lo sviluppo di tecnologie innovative di riciclo dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. Sono quelli … Continua a leggere Rifiuti elettrici, tra finanziamenti al riciclo e ritardi

RAEE

Rifiuti elettrici, nel 2020 raccolta cresciuta del 6%

In crescita i numeri della raccolta di RAEE nel 2020 in Italia La raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche nell’anno 2020 è in incremento. I raee infatti rappresentano il flusso di rifiuti in più rapida crescita. Basti pensare che nel mondo nel 2019 sono stati prodotti circa 53,6 milioni di tonnellate di RAEE e si stima che nel 2030 la quantità di rifiuti … Continua a leggere Rifiuti elettrici, nel 2020 raccolta cresciuta del 6%

Rifiuti elettrici, Ue avverte: «Italia rischia procedura d’infrazione»

«Personalmente non sono molto favorevole alle procedure d’infrazione, ma nel caso di un obbligo non rispettato nel corso degli anni la Commissione europea è costretta a ricordare agli Stati membri il rispetto della normativa comunitaria».  Lo ha dichiarato Mattia Pellegrini, membro della Direzione generale ambiente della Commissione Ue commentando i dati sulla raccolta e gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici in Italia presentati questa mattina … Continua a leggere Rifiuti elettrici, Ue avverte: «Italia rischia procedura d’infrazione»

Raee, l’indagine: il 39% finisce nel “canale informale”

Avrebbero dovuto essere conferiti in impianti autorizzati al trattamento e invece sono finiti da tutt’altra parte: mercatini dell’usato, magazzini anonimi, talvolta addirittura fuori dai confini nazionali. È bastata un’idea tanto semplice quanto brillante, installare un rilevatore GPS su una serie di elettrodomestici dismessi, soprattutto “grandi bianchi” come lavatrici e frigoriferi, per tracciare le rotte del cosiddetto “canale informale” , ovvero quella zona grigia fatta di traffici illeciti, … Continua a leggere Raee, l’indagine: il 39% finisce nel “canale informale”

Raee, Cobat: “Nel futuro più elettronica e meno rifiuti”

Secondo stime dell’Onu, ogni anno a livello mondiale vengono generati circa 50 milioni di tonnellate di rifiuti tecnologici. Un autentico tsunami, alimentato dallo sviluppo sociale ed economico, che secondo le Nazioni Unite solo per il 20% finisce nei canali del corretto trattamento mentre il restante 80% continua invece a rappresentare una minaccia per l’ambiente e la salute umana. Uno scenario preoccupante, rispetto al quale nel … Continua a leggere Raee, Cobat: “Nel futuro più elettronica e meno rifiuti”

Rifiuti elettrici, in aumento le quantità avviate a corretto trattamento

Crescono le quantità di rifiuti elettrici ed elettronici raccolte e avviate a corretto trattamento in Italia, ma non abbastanza da centrare gli ambiziosi obiettivi europei. Restano ancora troppi i Raee che ogni anno sfuggono alle maglie del sistema ufficiale e finiscono nel cosiddetto “canale informale”, fatto di trattamenti non ottimali e traffici illeciti. Questo il quadro che emerge dal dossier del Centro di Coordinamento Raee basato … Continua a leggere Rifiuti elettrici, in aumento le quantità avviate a corretto trattamento