Raee, Cobat: “Nel futuro più elettronica e meno rifiuti”

Secondo stime dell’Onu, ogni anno a livello mondiale vengono generati circa 50 milioni di tonnellate di rifiuti tecnologici. Un autentico tsunami, alimentato dallo sviluppo sociale ed economico, che secondo le Nazioni Unite solo per il 20% finisce nei canali del corretto trattamento mentre il restante 80% continua invece a rappresentare una minaccia per l’ambiente e la salute umana. Uno scenario preoccupante, rispetto al quale nel … Continua a leggere Raee, Cobat: “Nel futuro più elettronica e meno rifiuti”

Rifiuti elettrici, in aumento le quantità avviate a corretto trattamento

Crescono le quantità di rifiuti elettrici ed elettronici raccolte e avviate a corretto trattamento in Italia, ma non abbastanza da centrare gli ambiziosi obiettivi europei. Restano ancora troppi i Raee che ogni anno sfuggono alle maglie del sistema ufficiale e finiscono nel cosiddetto “canale informale”, fatto di trattamenti non ottimali e traffici illeciti. Questo il quadro che emerge dal dossier del Centro di Coordinamento Raee basato … Continua a leggere Rifiuti elettrici, in aumento le quantità avviate a corretto trattamento

Raee, più riciclo e occupazione e meno emissioni di CO2

Rispetto dell’ambiente, posti di lavoro e approvvigionamento di materie prime. Ecco qualche beneficio che verrà introdotto a breve sul mercato italiano del riciclo delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. I Raee, come vengono chiamati tecnicamente, stanno per diventare un affare e questo grazie alle nuove norme che sono orientate non solo alla salvaguardia dell’ambiente ma anche alla creazione di nuovi posti di lavoro. Attualmente sono circa … Continua a leggere Raee, più riciclo e occupazione e meno emissioni di CO2

Dai rottami all’acciaio, scenari futuri all’alba della “guerra dei dazi”

Con 24 milioni di tonnellate sfornate nel 2017, l’Italia si conferma il secondo Paese europeo (dopo la Germania) per produzione di acciaio. Se si guarda alla sostenibilità, però, il primato è tutto italiano. “L’Italia è il secondo produttore siderurgico europeo dietro alla sola Germania – spiega Flavio Bregant, direttore generale di Federacciai – ma il primo produttore europeo da forno elettrico con partenza da rottame … Continua a leggere Dai rottami all’acciaio, scenari futuri all’alba della “guerra dei dazi”

Raccolta rifiuti elettrici, +5% nel 2017: raggiunto target Ue (al 2016)

Crescono i volumi della differenziata dei rifiuti elettrici ed elettronici in Italia, ma resta lo storico gap tra le regioni del Nord e quelle del Centro-Sud, dovuto soprattutto alla mancanza di centri di raccolta. Cosa che pesa sulle performance complessive del sistema nazionale, che ancora fatica ad adeguarsi agli obiettivi europei. Questo, in estrema sintesi, il quadro che emerge dal rapporto annuale sul 2017 compilato dal Centro … Continua a leggere Raccolta rifiuti elettrici, +5% nel 2017: raggiunto target Ue (al 2016)

Differenziata al 52%, ma l’Italia marcia a due velocità

Una crescita timida, timidissima. Nel 2016 in Italia la raccolta differenziata rimane “stazionaria” al 52%, quindi solo uno 0,4% in più rispetto al 2015. A rivelarlo è il settimo rapporto banca dati Anci – Conai, l’associazione dei comuni italiani e il consorzio nazionale imballaggi.  Il rapporto conferma la capillarità dell’accordo, basato su convenzioni per la raccolta e l’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio che interessano nel 2016 … Continua a leggere Differenziata al 52%, ma l’Italia marcia a due velocità

Tutto pronto per gli Stati generali dei rifiuti in Campania

Differenziata al 65%. Riduzione dei rifiuti a monte. Impianti di compostaggio. Sono questi alcuni dei punti del piano di gestione dei rifiuti in Campania il cui mantra sembra però essere uno: no ad altri inceneritori. Mancano due anni all’obiettivo autosufficienza che si è prefisso Palazzo Santa Lucia. Ma qual è la situazione attuale? Ci sono i presupposti per centrarlo? Nel frattempo che fine fa il … Continua a leggere Tutto pronto per gli Stati generali dei rifiuti in Campania

Rifiuti elettrici: sono sempre di più, ma solo il 20% è recuperato

Smartphone, computer, frigoriferi ed elettrodomestici di ogni genere finiscono ogni giorno nelle discariche di tutto il mondo. La notizia è che i rifiuti elettrici ed elettronici sono in aumento e, peggio ancora, sono destinati a crescere. Secondo il “Global E-waste Monitor 2017”, il dossier dell’Università delle Nazioni Unite che monitora la produzione su scala globale dei cosiddetti Raee, nel 2016 la quantità di rifiuti elettrici … Continua a leggere Rifiuti elettrici: sono sempre di più, ma solo il 20% è recuperato

raee

Raee, protocollo CdC-Optime: lotta agli evasori ecologici

Individuare gli operatori che immettono e distribuiscono sul mercato italiano apparecchiature elettriche ed elettroniche omettendo il pagamento del contributo ecologico come invece previsto dalla normativa europea. Normativa che, come recepita dal decreto legislativo 49/2014, prevede infatti che nel prezzo dell’apparecchiatura elettrica o elettronica immessa a mercato sia computata, all’atto della commercializzazione, una quota che fa pagare al consumatore il contributo ecologico per coprire i costi di gestione dei … Continua a leggere Raee, protocollo CdC-Optime: lotta agli evasori ecologici

Remedia e Bocconi: «Entro il 2030 dal riciclo dei Raee 13mila nuovi posti di lavoro»

Risparmi nell’acquisto di materie prime, crescita dell’occupazione nei settori “green”, riduzione delle emissioni e conseguente generazione di valore economico. Sarebbero questi i principali impatti ambientali, sociali ed economici dell’evoluzione in chiave sostenibile del sistema di gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), secondo quanto emerso da uno studio promosso da Remedia – il principale Sistema Collettivo italiano no-profit per la gestione eco-sostenibile dei Raee, rifiuti … Continua a leggere Remedia e Bocconi: «Entro il 2030 dal riciclo dei Raee 13mila nuovi posti di lavoro»