nucleare

Rifiuti radioattivi, Legambiente: “Serve comunicazione chiara e trasparente”

Una comunicazione “chiara e trasparente” nei confronti dei cittadini, un Programma nazionale da rivedere per correggerne le lacune, accordi internazionali “per gestire e stoccare i rifiuti ad alta attività, quelli più pericolosi”. Queste le proposte avanzate da Legambiente per chiudere in sicurezza il dossier nucleare in Italia, in occasione del decennale dell’incidente di Fukushima, quando sono ormai passati 34 anni dal referendum che pose fine … Continua a leggere Rifiuti radioattivi, Legambiente: “Serve comunicazione chiara e trasparente”

VETRORESINA

Vetroresina, da rifiuto a nuova risorsa

Lo smaltimento della vetroresina è un problema in tutto il mondo, ma negli ultimi anni in Italia c’è chi ha avviato delle iniziative per poter aprire degli spiragli al percorso del loro riciclo Estremamente versatile, elastica e allo stesso tempo resistente. È la vetroresina che sin dagli anni ’50 ha preso piede nella costruzione di tutti quegli oggetti che avrebbero subito forti stimoli da agenti … Continua a leggere Vetroresina, da rifiuto a nuova risorsa

Rifiuti inerti, il Ministero: «Sì al conferimento in centri di raccolta»

«I rifiuti prodotti in ambito domestico e, in piccole quantità, nelle attività “fai da te”, possono essere quindi gestiti alla stregua dei rifiuti urbani ai sensi dell’articolo 184, comma 1, del d.lgs. 152/2006, e, pertanto, potranno continuare ad essere conferiti presso i centri di raccolta comunali». Lo scrive il Ministero dell’Ambiente in una nota di chiarimento per sciogliere i nodi emersi con l’entrata in vigore lo … Continua a leggere Rifiuti inerti, il Ministero: «Sì al conferimento in centri di raccolta»

nucleare

Rifiuti radioattivi, i “no” delle Regioni: nessuno vuole il Deposito

Tutti, o quasi, ne riconoscono la necessità ma nessuno, almeno per il momento, sembra volerlo nel proprio giardino. Prende il via con una levata di scudi la delicata fase di confronto tra governo ed enti locali sull’individuazione della località che dovrà ospitare il Deposito Nazionale delle scorie radioattive, apertasi ufficialmente con la pubblicazione della CNAPI, la carta delle aree potenzialmente idonee. Una reazione, quella di sindaci, … Continua a leggere Rifiuti radioattivi, i “no” delle Regioni: nessuno vuole il Deposito

rifiuti radioattivi lavoro

Deposito Nazionale, ecco come partecipare alla consultazione pubblica

Dopo un’attesa lunga 5 anni, prende finalmente il via la consultazione pubblica sulla Proposta di Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI), Progetto preliminare del Deposito Nazionale e Parco Tecnologico (DNPT) e sui documenti correlati, come previsto dal D.lgs. 31/2010. La pubblicazione della CNAPI, desecretata nella notte tra ieri e oggi da Sogin, «di fatto dà l’avvio alla fase di consultazione dei documenti per la durata di due mesi … Continua a leggere Deposito Nazionale, ecco come partecipare alla consultazione pubblica

Rifiuti radioattivi, pubblicata la CNAPI: ecco le 67 aree individuate

Sessantasette siti in 7 diverse Regioni. Sono quelli considerati idonei ad accogliere il futuro Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi, secondo quanto indicato nella CNAPI, (Carta delle aree potenzialmente idonee) pubblicata da Sogin, la società di stato responsabile dello smantellamento delle ex centrali nucleari italiane, che il 30 dicembre scorso ha incassato il via libera definitivo dei Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente. Lazio in testa per … Continua a leggere Rifiuti radioattivi, pubblicata la CNAPI: ecco le 67 aree individuate

Roma viglia di crisi

Rifiuti urbani, ecco perché da gennaio si rischia il caos

Se il mondo intero guarda con trepidazione all’arrivo del 2021, con la voglia di lasciarsi alle spalle un 2020 da incubo, per gli operatori del waste management italiano, invece, l’anno che verrà non promette nulla di buono, e anzi a un 2020 da incubo potrebbe seguire un 2021 di caos. L’entrata in vigore del decreto legislativo 116 del 2020, che recepisce la nuova direttiva rifiuti … Continua a leggere Rifiuti urbani, ecco perché da gennaio si rischia il caos

Rifiuti, così Campania e Lazio inondano l’Italia (e l’Europa)

Una marea di rifiuti che nel 2019 ha inondato prima l’Italia, poi mezza Europa, dilagando ovunque, dal Portogallo all’Ungheria.  Un milione 500mila tonnellate: a tanto ammontano i rifiuti che lo scorso anno Lazio e Campania non sono riuscite a trattare sul proprio territorio per l’assenza di impianti di recupero e smaltimento. La soluzione? Stiparli in camion, navi o treni e spedirli altrove. Le proporzioni? Beh, se si considera che … Continua a leggere Rifiuti, così Campania e Lazio inondano l’Italia (e l’Europa)

Riciclo, tra crisi e resilienza: “Servono semplificazioni e incentivi”

Un 2019 di crescita e consolidamento, un 2020 di crisi e resilienza. Questa in sintesi la doppia fotografia scattata dall’ultimo rapporto L’Italia del Riciclo, presentato questa mattina da Fise Unicircular e Fondazione per lo sviluppo sostenibile. Lo scorso anno, dice il rapporto, risultati di tutto rispetto per la filiera degli imballaggi, 9,6 milioni di tonnellate avviate a recupero di materia (il 3% in più rispetto … Continua a leggere Riciclo, tra crisi e resilienza: “Servono semplificazioni e incentivi”